L’ordine del giorno del M5S per il Mausoleo della Bela Rosin approvato all’unanimità

Il Consiglio della Circoscrizione 2 ha approvato all’unanimità l’ordine del giorno presentato dal M5S per la valorizzazione del Mausoleo della Bela Rosin e per una modifica del percorso dei bus turistici City Sightseeing, che includa una fermata nei pressi di Mausoleo e Castello di Mirafiori.

Il Mausoleo della Bela Rosin costituisce di fatto una copia del pantheon di Roma. La Bela Rosin (Rosa Vercellana) dapprima fu amante e poi si legò a re Vittorio Emanuele II in un matrimonio morganatico, dato che i due provenivano da differenti classi sociali. Questo “pantheon di Mirafiori” fu costruito per accogliere le spoglie della Bela Rosin, dal momento che non poteva essere sepolta insieme ai regnanti, in quanto proveniente da una famiglia non di nobile origine.

Il Mausoleo, oggi gestito dalle Biblioteche Civiche Torinesi, è sede di mostre ed eventi, come l’omaggio a Sepulveda nel 2020, oltre che di concorsi letterari. Proprio in questi giorni si è assistito inoltre al ripristino del roseto storico, per il quale ringraziamo tutti coloro che hanno preso parte ai lavori.

Per decenni questo mausoleo è stato abbandonato e vandalizzato e solo dagli anni 2000 è oggetto di nuova attenzione da parte del pubblico. Noi riteniamo che possa essere uno dei simboli di una rinascita di Mirafiori.

Prima dell’emergenza sanitaria, uno dei tour turistici di Torino offerti da City Sightseeing prevedeva un percorso nella Torino Inedita, che ripercorreva il passato industriale della nostra città. Passando per Lingotto e altre aree di una “Torino inedita” per i turisti, il percorso arrivava fino alla Palazzina di Caccia di Stupinigi. Con la ripresa dei movimenti turistici, ci aspettiamo che questo percorso sia ripristinato, e sarà cura della Sindaca e degli Assessori competenti, su stimolo del nostro ordine del giorno, negoziare con l’azienda City Sightseeing Torino l’installazione di una nuova fermata dei bus turistici nei pressi del Mausoleo.

La presenza di flussi turistici potrà dare un contributo alle attività commerciali della zona e favorire lo scambio culturale. Non va dimenticato che l’attiguo Parco Sangone, a partire da questa primavera, sarà oggetto di una importante opera di riqualificazione da parte del Comune, con interventi per quasi 1 milione di euro.

Parallelamente, saranno installati dei pannelli informativi per raccontare la storia del Castello di Mirafiori, nei pressi delle rovine dello stesso. Si tratta di un castello di fine Cinquecento, legato alla storia di Casa Savoia, di cui spesso i cittadini ignorano la stessa esistenza. Il lavoro di alcuni volontari ha permesso alle rovine di non cadere in stato di abbandono e siamo certi che l’installazione di pannelli informativi sarà d’aiuto a valorizzare il luogo.

Il nostro ordine del giorno darà un’importante chance di rilancio alla Bela Rosin, un’area con un enorme potenziale. Il turismo non potrà che portare benefici anche a Mirafiori nel suo insieme, una Mirafiori in grado anche di attrarre nuovi investimenti, nell’ambito di una vision certamente industriale, ma anche culturale e attrattiva.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *