La circoscrizione 2 nuovamente impantanata

Per mercoledì 20 maggio 2020 è stato convocato il Consiglio della circoscrizione 2 in videoconferenza, modalità con la quale si svolgono da qualche settimana sia commissioni che consigli.

Come sempre, rispetto alle altre Circoscrizioni, la 2 è arrivata per ultima a svolgere i lavori consiliari in tempo di covid, e puntualmente siamo giunti al primo inghippo “virtuale”; dopo anni di consigli mai portati a termine per mancanza di numero legale, sgambetti e cambi di partito, la maggioranza ora si trova di fronte ad una nuova resa dei conti: mercoledì verranno discusse finalmente due mozioni datate rispettivamente 6 e 12 DICEMBRE 2019, depositate più di 5 mesi fa.

È vero che c’è stata e continua a esserci l’emergenza virale mondiale ma la circoscrizione ha chiuso a marzo ed ha iniziato a risvegliarsi da quasi un mese. Quindi come mai questo ritardo?

Queste mozioni, promosse principalmente dal consigliere Bossuto di Torino in Comune, dai consiglieri del Movimento 5 stelle, e con la firma di altri consiglieri della  minoranza, hanno come oggetto la  la “Stigmatizzazione della Presidente Luisa Bernardini, cioè l’ invito a rimettere il proprio mandato nelle mani degli elettori.” (prot. 11963/2.160.4 del 06.12.2019), e la “Stigmatizzazione del Coordinatore della Seconda Commissione di Lavoro Permanente, Vito Gentile, e invito a rimettere la delega.” (prot. 12105/2.160.4 del 12.12.2019).

Una mozione chiede alla presidente Bernardini (PD) di dimettersi sia per tutti i disastri combinati in questi anni e sia per la conduzione imbarazzante della circoscrizione 2, e l’altra chiede invece le dimissioni del coordinatore Gentile (ex PD passato lo scorso anno nei MODERATI, i quali hanno sfilato ben 3 consiglieri al partito democratico, che come si evince, non ha più la maggioranza nella giunta).

L’inghippo di cui si parlava di riferisce alla modalità di voto che, riguardando “giudizi sulle qualità o sui comportamenti di persone” come recita l’art.124 comma 2 del regolamento del consiglio comunale, deve essere eseguita in segretezza.

Ma come si fa a votare anonimamente via videoconferenza? Di regola  la votazione palese avviene a seguito di un appello dei consiglieri eseguito dalla dirigente e a sua volta ogni consigliere nominato deve accendere microfono e telecamera ed esprimere la propria preferenza. Seguendo le modalità indicate nel “vademecum” inviato dalla circoscrizione, la modalità di voto “segreto” dovrebbe  avvenire sempre dopo l’appello nominale, ma proprio per mantenere la segretezza, ogni consigliere lo digiterebbe in una chat diretta con la dirigente che dovrebbe, da persona terza, mantenere un’espressione “da poker” e segnarne solo il risultato, dimenticandosi all’istante il nome del consigliere che ha appena votato.

Se c’è il metodo perché queste mozioni si stanno trascinando di settimana in settimana? Semplice, perché la maggioranza non è coesa (come al solito), la presidente ha paura di finire sotto con la votazione e nel frattempo ci sono i “franchi tiratori” in agguato che non vedono l’ora di votarle contro e affondare la presidenza senza però esporsi.

Ma nonostante ciò, i furbetti non si fidano della modalità di voto segreta e hanno paura di essere beccati.

Noi, consiglieri del movimento 5 stelle, rimaniamo basiti da questi comportamenti.

Per noi le votazioni dovrebbero essere palesi ed ognuno dovrebbe assumersi la propria responsabilità, chi ha deciso di non fare più parte di una maggioranza dovrebbe dirlo apertamente e motivare l’eventuale scelta anche se si è coordinatore. 

Se si dovesse arrivare alla votazione rimarremo a guardare chi per tutto questo tempo ha cospirato e parlato male della presidente per poi votargli nuovamente una fiducia, magari solo per avere salvo il proprio coordinatore nella mozione successiva.

Questi giochetti di partito sono l’espressione più becera della politica, gli scambi di poltrone e di favori, e c’è pure qualcuno della minoranza che si presta a questi scambi parlando di “mediazione politica”…

Ah, per la cronaca la “stigmatizzazione” non obbliga nessuno a fare niente quindi alla fine si sarà perso un sacco di tempo, inutilmente.

Gruppo consiliare Movimento 5 stelle circoscrizione 2

One thought on “La circoscrizione 2 nuovamente impantanata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *